Italian users

Ciao a tutti da Gabriele (Provincia di Modena)… HA maniaco…

Ciao a tutti,
Ho scoperto casualmente questo thread e quindi mi manifesto.

Sono un felicissimo utente di HA da oramai più di tre anni e la mia casa vive completamente grazie a lui.

Integrations che utilizzo: AppleTV, AVM Fritz!Box Tools, Blink, Netatmo, Garmin Connect, FitBit, Geofency, Owntracks, Google Cast, Google Hangouts, Hacks, IFTTT, Epson, Mercedes Benz API, Home, Philips Hue, Sonos, Sony Bravia TV, Spotify, Waze Travel Time, pyscript, iCloud3 Device Tracker, Browser Mod, Node Red Companion, Local Image Filelist, Media Player Template, Attributes Eztractor, Scheduler Component, Variable.

Add-ons: NGINX Proxy Server, Grafana, Jupyter, Log Viewer, MariaDB, NodeRed, Samba Share, Spotify Connect, phpMyAdmin

Frontend: troppe per elencarle tutte.

Automations: Oramai siamo nell’ordine delle cinquanta automazioni differenti.

Da poche settimane sono ripartito con una installazione pulita sul caro vecchio Intel NUC ed in una mezzo giornata ho aggiornato un sistema che era cresciuto in maniera non troppo razionale durante i tre anni precedenti.

Per concludere. Il mio nome è Alessandro e sto scrivendo da Laglio in provincia di Como.

A presto!

Ciao a tutti, sono Jacopo ho 27 anni e sono di Roma.

Sto iniziando ora da zero con HA perché Google Home non è più abbastanza.

A presto!

Buongiorno a tutti !

Ho scoperto Home Assistant qualche anno fà e devo dire che ha davvero cambiato la mia vita nel campo della domotica, realizzando molti dei miei sogni e automatizzando molte situazioni.

Dopo tantissimi esperimenti e moltissimi successi mi sono reso conto però che mi mancava qualcosa, qualcosa di davvero importante.
Tutto quello che creavo: routine, azioni, scenari, ecc … sono del tutto statici e rispondono esclusivamente alle condizioni e alle direttive imposte nella programmazione in Home Assistant.

Quello che mi mancava era un sistema di comprensione automatico di determinate situazioni che, in base all’esperienza e alla considerazione degli altri sensori, attivi o disattivi in modo semi-automatico (o automatico) un determinato interuttore.

Ad esempio, se accendo sempre la tv tutti i giorni dalle 14:00 alle 18:00, ad un certo punto mi chiderà se ho piacere di guardare la televisione, se le condizioni sono simili a quelle già passate.

Credo che questo è un pò il sogno di tutti, e da buon programmatore Python non ho potuto trattenermi a tentare un approccio del genere, attraverso l’addon appDeamon.

Se la cosa vi può interessare e volete maggiori informazioni o se volete aiutarmi in qualche modo (anche con il codice) vi lascio il mio repository di github (in inglese)

Nella speranza di non avervi disturbato, Vi ringrazio per la lettura e per l’eventuale interessamento!

2 Likes

Molto interessante Daniel, aprirebbe un mondo tutto nuovo. Darò un’occhiata al tuo repository.
Intanto grazie del tuo lavoro.

Buongiorno a tutti,
volevo informarvi che in queste due settimane ho completamente ripensato e rifatto il codice del mio repository, che permette l’attivazione di uno switch in base alle proprie abitudini.

Ancora il progetto è in fase di sviluppo e se volete aiutarmi in qualche modo, ne sarei davvero felice!

Alcune novità:

  • Compatibile con influxDB !
  • Se influxDB non è disponible, usa la storia di HASS
  • Tutti gli oggetti sono gestiti da frame di Pandas
  • Viene considerato il giorno della settimana, la stagione, il quadrimestre, l’inizio e la fine del mese e il giorno della settinama.
  • Le situazioni vengono generate tramite un patternMarching interno e vengono integrate in modo euristico
  • molto altro!

Cosa ci sarà:

  • Approccio con un MachineLearning (forse scikitLearn) per la creazione di un modello dati, l’apprendimento e la predizione
  • Identificazione dei nuovi eventi in live
  • Gestione delle probabilità e degli eventi
  • molto altro!

Se avete pratica con Pyton e volete aiutarmi, sarei molto felice!
Altrimenti, se volete, potete offrirmi una birra :slight_smile:

Grazie!

1 Like

Ciao ragazzi,
Simone da Tolentino (mc).

Smanetto in HA da 3 anni circa ma come altri mi era sfuggito questo gruppo

Ciao a tutti.

Ciao @Giovanni_T, dalle immagini che hai condiviso sembra tu abbia un modem wind HUB o comunque molto simile. Ho avuto anche io il solito problema ed ho risolto grazie a questa guida: WIND3 HUB Home&Life router fibra apertura porte [Risolto] · inDomus.it
So che hai postato questa richiesta di aiuto tempo fà, ma purtroppo sono nuovo della comunity.
Spero esserti stato utile.
Ciao

Per gli utenti possessori di tv LG, magari stanchi di non avere nemmeno i pulsanti di canale piu e meno nel classico media player, ho postato un mega template per Lovelace

Se vi piace….

Ciaone ragazzi… Simone da Lecce

Buonasera chi mi aiuta a creare un ingresso che se messo a massa mi da una segnalazione ?
binary_sensor:

  • platform: gpio
    pin: GPIO14
    name: “Allarme”
    Ho creato questo ma non va quando metto il pin a massa lo vedo sempre attivo
    Grazie

Ciao a tutti,
c’è qualcuno che mi sa indicare qualche buona documentazione per limitare le dimensioni del DB di HA? Io uso una versione Doker su rpi 4.
In particolare non ho capito questa cosa dell’oggetto recorder:
immagine
così configurato dopo 90 giorni mi cancella qualsiasi dato di qualsiasi sensore o solo quelli dell’exclude? temo tutti…

Inoltre, avete da consigliarmi il metodo che secondo voi è migliore per navigare nel db di HA, esistono addons ma solo per hass.io non per HACS…
Grazie
Lontra

@Lontra Prova questo:

L’ho installato ma mai usato comunque sembra essere quello che cerchi. Io uso Mariadb che ha rimpiazzato quello di default e Influxdb per Grafana.

Saluti - Alessandro da Roma ma residente in Texas

Edit: suggerisco di passare a Maria DB se stai ancora usando il DB originale di HA. Dopo svariati DB corrotti ho fatto il cambio e non ho più avuto problemi. Ho tra 200 e 300 dispositivi integrati quindi il volume di dati potrebbe essere stato parte del problema… no so di certo. Dimenticavo… evita di usare una SDCard per il DB, meglio SSD dato che durerà sicuramente più a lungo.

Mi hai già messo in ansia…
:grinning_face_with_smiling_eyes:
Effettivamente uso il db standard su scheda SD da un’annetto circa… il db è a 1,7 gb in crescita con l’aumento dei sensori.
Mi informerò sulla migrazione a MariaDB, eventualmente per SSD intendi un hard disk portatile via USB o anche una penna di buona qualità sempre USB?
Uso un RPI appeso a muro dietro al suo touchscreen e non ho molto agio…
Grazie per i consigli.
Appena ho un po’ di tempo me li studio.
Lontra (Provincia di Milano) non è il Texas… :grimacing:

@Lontra (scusa per tutte le parole in inglese; non parlo mai di cose tecniche in italiano quindi non so neanche le parole giuste)

Per il passaggio a MariaDB (solo se usi una SSD!!), puoi usare questo video guida (procedura molto facile):

Se hai un RPI versione 4, puoi fare il boot direttamente da SSD (senza neanche avere una SDCard inserita). La vita della SDCard e’ limitata, specialmente quando il sistema scrive continuamente, quindi non e’ una questione di ‘se si rompe’ ma ‘quando’.

Quanto scrivo vale solo per RPI4!

Ti consiglio un case che ha l’interfaccia per un SSD integrata via USB3 (no penne USB3, non sono fatte per scritture continue). Io ho 3 di questi case senza la parte per l’SSD ed uno con (quello che ho usato per qualche mese per Home Assistant, poi sono passato ad una VM su i7).

(Non so se questo e’ il link al prezzo migliore ma fa vedere il prodotto giusto)

image

Attenzione che l’SSD necessaria e’ M.2 ma formato SATA, non NVME. Quando hai questo, Home Assistant OS parte direttamente dalla SSD, ed i DB sono tutti sulla SSD. Oltre a sicurezza e stabilita’, hai anche maggior velocita’ (dove il sistema deve leggere/scrivere).

Se non vuoi cambiare il case (che funziona anche da ottimo heatsink, puoi semplicemente usare un SSD collegato via USB3 (<<< importante!).

Per fare il boot da SSD, non ricordo i dettagli, ma mi pare di aver usato una SDCard con Raspbian OS per aggiornare tutto (forse non necessario ma pensavo al firmware/eeprom per esempio), e per cambiare il boot di default da SDCard a SSD gia’ collegata. Per la SSD ho semplicemente scritto l’immagine che normalmente viene scritta su di una SDCard, sulla SSD. Questa guida dovrebbe essere accurata ed esauriente:

Non so’ le dimensioni dei miei DB ma sembra che HASS sia cresciuto a ben 17GB… e non ho problemi. La SSD e’ da 1TB ma al momento la VM ha solo 64GB (facilmente espandibili) dedicati.

Ciao Aruffel,
ho riflettuto sulle tue considerazioni e tendenzialmente sarei orientato a non sostituire il case.
Pensavo di attaccare un ssd via usb3, in un case come questo…
https://www.amazon.it/Sabrent-Tool-Free-Enclosure-SILVER-EC-TFNE/dp/B081FHQ781/ref=sr_1_1_sspa?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&keywords=rpi%2B4%2Busb%2B3%2Bssd&qid=1638738366&s=electronics&sr=1-1-spons&spLa=ZW5jcnlwdGVkUXVhbGlmaWVyPUEyVlRGQktWNE5XT09PJmVuY3J5cHRlZElkPUEwNTA3MDU0MzJBSlJZTjkxM0FRTCZlbmNyeXB0ZWRBZElkPUEwMzA5NjM4MUwzRkM1Q09YUllHSSZ3aWRnZXROYW1lPXNwX2F0ZiZhY3Rpb249Y2xpY2tSZWRpcmVjdCZkb05vdExvZ0NsaWNrPXRydWU&th=1

Che ne pensi?

Inoltre ho visto questa guida, https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwjJwNGSvNH0AhXJ8qQKHSgRDrMQFnoECAQQAQ&url=https%3A%2F%2Fhenriksozzi.it%2F2021%2F01%2Fssd-con-trim-raspberry-pi4-procedura-ufficiale%2F&usg=AOvVaw00AO2SZpUxb5yuiFbAa8Cz ma il mio HA se non ricordo male gira su Docker, quindi dovrebbe essere sufficiente spostare il docker sulla nuova unità. In verità non so ancora come fare perchè non ho fatto ancora ricerche ma docker dovrebbe essere fatto proprio per essere spostato qua e là, o sbaglio qualcosa?
Anche questa cosa del TRIM mi sembra abbastanza importante, la conosci?

PS: l’addon per il DB per il mio ha non va bene perchè ho hass core senza lo store con gli addon, che mi pare di aver capito che sia solo per hassio. Comunque cerco qualcosa di simile…

Grazie per i consigli.

Lontra

Ciao Lontra,

Chiamami Alex (Alessandro nome per intero) :slight_smile:

Il case che hai scelto e’ piu’ veloce di quello che puo’ fare RPI4 ma fossi in te lo comprerei lo stesso per usi futuri (RPI5?).

Per quanto riguarda il TRIM, non ritengo sia critico. Un ottimo articolo a riguardo:

In breve, TRIM permette alla SSD to operare un po’ piu’ velocemente (probabilmente inutile vista la ridotta velocita’ di RPI4 e dell’applicazione - i dati sono tanti per home automation ma non per un SSD). Il TRIM inoltre, ne aumenta la longevita’… ma di nuovo, HASS non scrive poi cosi’ tanti dati. Un PC ne scrive decisamente di piu’ nella maggior parte dei casi pure con uso leggero. In ogni modo, con o senza, stimo che un SSD durerebbe anni senza problemi.

Note dall’articolo - i fabbricanti di SSD li progettano come se fossero sempre usati in sistemi senza TRIM. La funzione TRIM svuota celle di memoria piene di dati cancellati quando il controllore non ha altro da fare rendendo successive scritture un po’ piu’ veloci (ma probabilmente impercettibile su RPI4) e permettendo un consumo delle celle di memoria un po’ piu’ uniforme quindi allungandone la vita (di nuovo mi domando se i dati generati da HASS sono sufficienti a consumare la SSD in tempi minori di svariati anni).

So how long is long? To help users estimate how long an SSD will last, most SSD manufacturers present the drive’s endurance by the amount of data that can be written to the drive. For example, the 750GB Crucial MX300 has an endurance of 220TBW, meaning you can write 220 terabytes of data to the drive before it becomes unreliable. To put this in perspective, if you write 50GB of data per day every day to the drive, it will take you some 12 years to wear it out. Most other SSDs have similar or better endurance ratings. Generally the larger the drive, the higher he endurance.

Per quanto riguarda il boot da USB3… Io non ho mai avuto problemi ma e’ anche vero che l’ho usato per i primi 3 o 4 mesi. Mi sono stufato super velocemente di quanto impiegava a fare il boot ogni volta che mi serviva - spesso agli inizi. Con un SSD da 500GB della Samsung, era molto piu’ veloce. Ora sto usando una VM su di un Lenovo M920q con I7 8700T (volevo maggiore velocita’ ma mi sembra che il funzionamente sia paragonabile alla RPI4).

Il discorso di boot da SD ed il resto su SSD lo capisco… sul mio PC ho un disco M2 SSD da 1TB solo per Windows, ed altri SSD e HDD per i dati - proprio per tenere OS e dati separati. In ogni modo, su di una RPI4 la velocita’ di boot e’ lentissima con SD, e corruzione puo’ accadere comunque (anche se di meno scrivendo di meno). Visto quanto e’ facile ripristinare un sistema HASS, non so quanto sia benefico usare sia SD che SSD. Il booting da SSD e’ nuovo quindi concordo che sia piu’ fragile, ma sono convinto che migliora con il tempo e che il possibile rischio sia minimo se usi prodotti di buona marca.

Vedi: Compare Installation Methods

La mia opinione e’ che la migliore esperienza con la piattaforma la si ottiene usando " Home Assistant Operating System". Non devi gestire un sistema operativo, non si rompe nulla quando lo si aggiorna (ogni volta che Linux si aggiorna mi rompe qualcosa e spesso mi tocca re-installare tutto dato che non so come risolvere il guaio combinato dall’upgrade), ed hai tutte le funzioni che offrono con il migliore supporto. Se la tua RPI4 e’ dedicata a HASS (lo consiglio), penso sia meglio usare HASS OS invece della soluzione Docker. Docker e’ un’alternative per coloro che vogliono usare l’hardware su cui gira HASS per alrer cose (un NAS ad esempio, oppure un server Linux potente, ecc). Le RPI4 costano abbastanza poco quindi io tendo ad usarle per mono funzioni (2 x Pi-Hole, 1 x Wireguard VPN, 1 x HASS OS - ora dimesso, 1 x Arcade emulator - Retro-Pi).

Non ho letto il thread, ma OP dice che ha HASS su di un Docker con MariaDB altrove:

…quindi un modo per usarlo c’e’.

Spero ti sia di aiuto :slight_smile:

PS: il cooler nella foto sul secondo articolo mi pare sia “Ice Tower” che io uso sul mio Arcade. Funziona molto bene!!

PS2: Per ripristinare o spostare un sistema HASS io userei backup/restore. Ricerca ulteriori info, ma mi pare sia il modo migliore. La mia prima installazione era su Odroid XU4, poi sono passato a RPI4 pochi gg dopo usando backup restore. Poi, ho usato questo metodo di nuovo passando da RPI4 a VM. Non dico funzioni sempre ma io non ho avuto problemi.

PS3:

https://www.jeffgeerling.com/blog/2020/uasp-makes-raspberry-pi-4-disk-io-50-faster

Controlla se il controller (case SSD) ed SSD supportano UASP.

Un saluto dalla provincia di Pisa :grinning:
Provengo dal sistema Vera Control e sono passato ad HA integrando Vera per gestire i vari Devices e le Scene;
Adesso, ho messo un chiavetta z-wave e incluso un paio di sensori di movimento ma, a differenza di Vera, non trovo l’ Entità switch on/off per Armarli o Disarmarli (cioè: nella Dashboard di Vera vedevo se un sensore era Armato e potevo disarmarlo cliccandoci sopra magari per aprire la porta!)

Come attivo l’entità switch ad un sensore?
Qual è il metodo consigliato?

Ciao a tutti. Sono Gabriele e ho iniziato da poco a configurare e capire qualche cosa con home assistant per domotica da zero nella mia nuova casa. Non so se questo è il posto giusto, ma giusto per capire, esiste qualcuno disposto ad aiutarmi da remoto (a pagamento logicamente) per una configurazione ottimale della mia domotica e a delucidarmi un po meglio? Grazie